• Prezzo
    da € 55.350
    a € 65.600
    Confronta
  • Lunghezza
    476 cm
  • Larghezza
    185 cm
  • Altezza
    149 cm
  • Posti
    5
  • Bagagliaio
    da 495 dm3
    a 1.510 dm3
  • Massa
    da 1.690 kg
    a 1.885 kg

Perchè comprarla

La Allroad quattro, trazione integrale, è la variante di A4 Avant lievemente alzata da terra e irrobustita per affrontare percorsi fuori dalle vie di città, ottima anche quando vi siano neve o fango, si fa pagare le proprie doti, ma è una garanzia. Oggettivamente razionale nelle soluzioni, classica negli ingombri, ma costantemente sul fronte dell’innovazione per i contenuti oltre che tradizionalmente solida nella realizzazione. Non si paga certo poco, però quanto si trova sotto il cofano o dietro ai pannelli, è realizzato con cura e soprattutto razionalità, usando tecnologie e materiali che sono sempre un piccolo passo avanti su certa concorrenza di minor prezzo. Non spicca per singolarità estetica, pur se rifinita molto bene nei dettagli come i gruppi ottici, ma vuole genericamente essere un’equilibrata “signora macchina” nel proprio contesto di riferimento. Sono pochi gli appunti da poter fare alla nuova A4, se non per alcuni comandi o visibilità da dover conoscere, prima di poter fruirne al meglio in scioltezza.
Pubblicità
7.5
Valutazione
AutoMoto.it
Ce l’hai? Vota subito
  • Poiché non si paga certo poco, decidendone l’acquisto è lecito puntare anche a prestazioni e feeling di guida, oltre che ai consumi. Per questi ultimi c’è il più blando dei molti 2.0 TDI offerti, ormai tutti solidi e affidabili Tutti i motori attuali sono in ogni caso sovralimentati, a iniezione diretta, oltre che dotati di sistema start-stop con recupero di energia. Avendo buone doti telaistiche ci si può permettere la cavalleria preferita, senza temere inconvenienti. Quattro gli allestimenti, tutti con belle finiture a partire da quello base, con dettagli in stile cromato; sono poi quattro i pacchetti personalizzazione, tra i quali anche S line a riprendere il grintoso tema sportivo Audi Sport oppure Exclusive line per rendere (non senza poca spesa) la propria A4 un esemplare quasi unico. Internamente la tanta elettronica è visibile ovunque, sia per la sicurezza, come per l’ Adaptive Cruise control, sia per la vita a bordo, con il noto sistema infotainment Audi che si integra con la navigazione MMI, opzionale; è possibile persino avere una rete wifi generata nei paraggi della vettura.
  • Da sempre molto ricercata, la A4 è un buon investimento, che trova poi sbocco quando usata un po’ ovunque pur se sia in versioni particolari come la Allroad. Apprezzate maggiormente le motorizzazioni TDI. Non denota particolari onerosità, salvo percorrenze fuori dal comune o sfortune percentualmente limitate che vanno a colpire elementi nobili come possono essere l’elettronica ABS, o strumentazione e cambio automatico, comunque risolvibili anche presso operatori di settore ben specializzati e non solo tramite rete ufficiale, almeno quando la vettura abbia già qualche anno.
  • Più di vent’anni orsono quando Audi mandò in pensione la mitica 80 per far debuttare la A4, berlina classica, pensata per la fascia alta dell’allora parecchio in voga segmento D. In breve la nuova arrivata, che poneva un salto non indifferente nello stile, con quel suo retro tondeggiante e in parte dotato di appendice aerodinamica, si fece portatrice di novità anche motoristiche e di meccanica, con motori sempre più grandi e potenti negli anni, soprattutto abbinati alle quattro ruote motrici. Con la seconda serie, che coincide all’entrata in vigore della normativa antinquinamento Euro3, sono le versioni Avant (familiare) soprattutto a gasolio (TDI) che prendono il sopravvento. Spaziando nelle varie tipologie di clienti, giovani o padri di famiglia, A4 si dota di moltissima elettronica, pur mantenendo quell’impronta razionale tipicamente tedesca. Con la terza generazione arrivano i propulsori a iniezione diretta per i benzina, gli ottimi cambi automatici DSG e le potenze massime raggiungono valori record, autolimitandosi per l’uso stradale. Nel 2007 debutta a Francoforte la quarta serie A4, poco più grande e ancor più ricca della precedente, prosegue coerentemente il percorso premium nel segmento, ottenendo le cinque stelle per la sicurezza Euro NCAP e facendo vedere anche se solo a livello dimostrativo, le prime versioni ibride attese a breve, con utilizzo di energia elettrica quale fattore propulsivo. Dal 2009 è presente in gamma la prestante versione Allroad, caratterizzata esteticamente ma soprattutto tecnicamente, per uso su fondi non asfaltati.
  • Marca Audi
    Modello A4 Allroad
    Segmento Station Wagon
    Inizio produzione 2009
    Prezzo da 55.350 € a 65.600 €
    Massa da 1.690 kg a 1.885 kg
    Lunghezza 476 cm
    Larghezza 185 cm
    Altezza 149 cm
    Bagagliaio da 495 dm3 a 1.510 dm3
Pubblicità