• Prezzo
    da € 52.300
    a € 73.600
    Confronta
  • Lunghezza
    da 467 cm
    a 470 cm
  • Larghezza
    185 cm
  • Altezza
    137 cm
  • Posti
    4
  • Bagagliaio
    da 450 dm3
    a 829 dm3
  • Massa
    da 1.560 kg
    a 1.805 kg

Perchè comprarla

Stile curato nei dettagli, razionalità d’immagine con quel tocco di lusso senza sfarzo, grandi volumi con dotazioni al top, il tutto con taglio sportivo: è questa la protagonista del segmento D targata Audi. Il suo forte è l’immagine: pacata nei singoli tratti e pulita da ogni angolazione, è comunque sportiva nell’insieme, offrendo al contempo volume ben maggiore di una classica coupé di dimensioni più contenute. Nei suoi 4,63 metri di lunghezza, ospita quattro persone. All’atto pratico, visto il target elevato, dietro non ha poi troppo spazio da regalare, ma il bagagliaio non delude, come nemmeno la guida, forte di un buon sistema telaistico dove non mancano rigidezza e leggerezza, grazie all’uso esteso dell’alluminio e di motorizzazioni ai vertici del segmento in quanto a prestazioni, regolabili tramite il tasto Audi Drive Select. Ottima anche la sicurezza, con sistemi di assistenza evoluti in grado di avvisare, o aiutare attivamente, per stanchezza e corretta direzione vettura (side assist). Quanto offre Audi però si paga, è questo il dettaglio da tenere “in conto” quando la si desideri, rapportandola alla concorrenza.
Pubblicità
Ultimi video sulla Audi A5 Coupé
8.0
Valutazione
AutoMoto.it
Ce l’hai? Vota subito
  • Moltissima scelta in seno alla gamma A5, con varietà di trazione, anteriore oppure integrale e trasmissione, più o meno assistita con sei o sette rapporti (S-tronic riservato alle versioni Quattro). I motori, sempre dotati di Start&Stop, con le versioni benzina accontentano un po’ tutti i gusti: partendo dal 1.8 turbo, comunque prestante e relativamente non assetato, ai più intensi 2.0 e V6, sempre sovralimentati, Euro6 e di potenze molto varie. Non mancano anche due cilindrate per le versioni a gasolio, declinate a loro volta in differenti livelli di potenza: molto evoluti e robusti, oltre che sempre più potenti, pagano qualcosa rispetto ai benzina in vibrazioni e rumore, ma sono più apprezzati dal mercato. Visto il pregio esibito nell’insieme dalla vettura e le dimensioni, nonostante l’ottima prestazione offerta dai 2.0 TFSI e TDI più spinti, i sei cilindri sono sulla carta forse più complementari al matrimonio con una A5, qualora di allestimento particolarmente ricco. Gli allestimenti sono quattro più quello dedicato alla trazione integrale, con vari pacchetti aggiuntivi di personalizzazione per i dettagli (ad esempio i cerchi spaziano da 17 a 20 pollici), tra cui il più vistoso è lo sportivo S line. Quindici i colori disponibili e un ricco infotainment con eventuale navigazione MMI (ma chi non ami le innovazioni al contrario del comandare tutto con piena destrezza alla guida, calcoli un minimo di apprendimento), danno spazio ai singoli gusti o esigenze, facendosi però pagare.
  • Nettamente più diffusa nelle motorizzazioni a gasolio, con le benzina in rapporto inferiore a due su dieci, la A5 è relativamente apprezzata sul fronte dell’usato grazie all’effetto immagine positivo sin dal debutto. Essendo in un segmento impegnativo ai giorni nostri in Italia, pur mantenendo commerciabilità alla lunga scende sino a valori di mercato più popolari, per il piacere di chi ne gradisca le doti, sapendo che la qualità non manca come l’affidabilità nel tempo. Solo da considerare il fatto che per le parti più raffinate di elettronica (ed è molta in tutti i sistemi, sia motore che telaio, o abitacolo) e di cambio automatico, si è spesso vincolati alla rete ufficiale.
  • Debutto con successo nella primavera 2007 per la A5, che ripropone dopo circa 20 anni un modello della Casa dei cinque anelli sul segmento delle grandi berline due porte sportive. Il design raffinato di questa coupé nata sulla piattaforma MLP (medesima della A4 B8), è curato da Walter da Silva e in breve, circa due anni, sono aggiunte alla gamma assemblata direttamente in Germania, le versioni cabrio e Sportback, cinque porte. Le motorizzazioni, di grande cubatura e inizialmente tutte sei cilindri, si estendono anche ai rinnovati quattro cilindri Turbo con iniezione diretta Euro5, di minor cilindrata, ora divenuti Euro6. Nel 2010 completa la famiglia siglata 8T la ultra performante RS5, con il poderoso V8. Nel 2011 il primo restyling, cui segue quello del 2013, dove calandra gruppi ottici e profili, assumono toni più spigolosi e decisi. A partire dal 2012 la A5, poi RS5, corre nella serie DTM tra i mostri di potenza a otto cilindri: se la vettura in pista (ricca di parti in carbonio) è molto diversa nella sostanza rispetto a quella stradale, una serie limitata di 300 pezzi ne ha celebrato il titolo conquistato nel 2013. Alluminum A5 Coupé è quanto proposto come esempio di utilizzo delle tecnologie aero spaziali da parte del reparto innovazioni della Casa, il modello uscito dal centro nei pressi di Stoccarda pesa oltre 100 Kg meno del corrispettivo di serie.
  • Marca Audi
    Modello A5 Coupé
    Segmento Coupé
    Inizio produzione 2007
    Prezzo da 52.300 € a 73.600 €
    Massa da 1.560 kg a 1.805 kg
    Lunghezza da 467 cm a 470 cm
    Larghezza 185 cm
    Altezza 137 cm
    Bagagliaio da 450 dm3 a 829 dm3
Pubblicità