• Prezzo
    da € 15.350
    a € 26.350
    Confronta
  • Lunghezza
    362 cm
  • Larghezza
    165 cm
  • Altezza
    da 155 cm
    a 156 cm
  • Posti
    4
  • Bagagliaio
    da 219 dm3
    a 980 dm3
  • Massa
    da 989 kg
    a 1.208 kg

Perchè comprarla

È tutta nuova e anche originale, la city car francese che sposa concetti “Smart”. Per distinguersi tra le piccole con un livello tendenzialmente premium. In 3,60 metri si hanno tanta personalità e stile declinabile a piacimento per colori e finiture, sia fuori sia dentro l’abitacolo. Guidare questa minuta auto con motore e trazione posteriori vuol dire oggi andare in sicurezza e anche abbastanza “dinamici” nelle reazioni di guida, grazie a tecnica ed elettronica moderne. I posti sono solo quattro, ma meno angusti di quanto si potrebbe erroneamente immaginare vedendola da fuori, il baule invece è seriamente limitato. Includere tutte le qualità e le prestazioni possibili, che in relazione al segmento ci sono, si paga.
Pubblicità
Ultimi video sulla Renault Twingo
7.0
Valutazione
AutoMoto.it
Ce l’hai? Vota subito
  • Tre allestimenti per una motorizzazione benzina tricilindrica che può essere aspirata oppure turbo, eventualmente con delle Special Editions a variare un po’ il tema estetico. Con il livello base non si ha molto a livello dotazioni, solo con quello top arrivano le prestazioni del brillante motore TCe insieme a tutti gli accessori, tra cui interessanti sono: il sistema di connessione R&Go e per chi apprezzi, anche la capote in tela.
  • La prima Twingo è oggi un piccolo mito per alcune generazioni cresciute automobilisticamente con quest’utilitaria semplice e affidabile. Valori bassissimi, ma facilità di gestione tecnica per chiunque, almeno fino al restyling, quando l’elettronica si è allineata a quella Clio contemporanea facendo sì che per i rari guasti di elementi quali EPS, BSI o ecu motore, si dipenda in parte dalla rete ufficiale della Casa. La seconda e meno popolare generazione Twingo ha spiccato meno pur se di buona affidabilità e prestazioni: un’onesta utilitaria, senza infamia né lode tanto per valore residuo quanto per gestione delle manutenzioni. Si è diffusa anche con motori adatti al risparmio su lunga percorrenza, con gasolio e GPL. L’ultima arrivata è ancora troppo giovane per avere una storia, certamente ben valutata anche sul per ora limitato fronte dell’usato.
  • Il nome Twingo compare nelle comunicazioni pubbliche Renault nel 1992, per non lasciare poi mai più anche il listino del costruttore francese, forte di tre generazioni tutte di ampia diffusione. L’origine del nome si deve alla combinazione dei termini Twist, Swing e Tango, ovvero d’ispirazione musicale e “ballerina”, con l’obiettivo di replicare in parte il ruolo che fu in passato della R4. La prima generazione si distingue per l’estrema semplicità tecnica abbinata a uno stile molto originale. Piccola tre porte, con motori solamente quattro cilindri aspirati benzina e dotazioni minime, pur se sostanzialmente spartana e priva di innovazioni, popola le città piacendo parecchio ai giovani, oltre che al pubblico femminile. 1998, 2000 e 2004 sono gli anni dei restyling attuati, senza mai variare troppo l’impronta originaria, quella di una piccola monovolume. È per il 2008 che la Twingo I cede il posto alla Twingo II, figlia di un concetto lievemente diverso e più vicino allo stereotipo dell’utilitaria classica. Vettura meno personale e meno originale, la Twingo II usa molte parti in comune con Clio II, arricchendosi di contenuti e dotazioni un tempo mancanti sulla piccola Renault. Anche i motori incrementano per varietà, con alcune edizioni spinte e il debutto del diesel 1500cc. Dopo il restyling del 2011 è con il 2014 che arriva una vera rivoluzione per il mondo Twingo, con la terza generazione molto diversa tecnicamente: cinque porte, motore e trazione posteriori, dieci centimetri più corta. Questa Twingo è prodotta in Slovenia, condividendo molto di se con la Smart Forfour, pur se le motorizzazioni sono di forte influsso francese, con dei piccoli tre cilindri benzina anche sovracompressi. Sono a inizio 2015 quasi tre milioni e mezzo le Twingo complessivamente prodotte. Twingo Renault Sport 133 è la serie limitata di Twingo II con il motore più potente, come da cavalleria indicata nel nome. Proprio la generazione meno personale di Twingo, ha visto varie serie dedicate a look o sportività: Miss Sixty, Gordini e appunto RS (Renault Sport). A livello di competizioni la Twingo R.S. R2 è stata declinata per il rally nell’omonima classe FIA, nella sua seconda versione (motore 1.6 che arriva a 190 CV). Sempre per le competizioni rally, la Casa ha anche allestito una serie R1 dedicata ai Trofei per i giovani.
  • Marca Renault
    Modello Twingo
    Segmento Tre volumi
    Inizio produzione 1993
    Prezzo da 15.350 € a 26.350 €
    Massa da 989 kg a 1.208 kg
    Lunghezza 362 cm
    Larghezza 165 cm
    Altezza da 155 cm a 156 cm
    Bagagliaio da 219 dm3 a 980 dm3
Pubblicità